Gondole e Traghetto

Gondole e Traghetto

Il traghetto  è un servizio pubblico che attraversa il Canal Grande da un lato all’altro. Un piccolo “bus” che vi traghetta dall’altra parte del canale. Il costo per il turista non fornito di “carta venezia” è di eu 2,00. Un piccolo ed emozionante tour.
La gondola dei traghetti è di dimensioni più grandi della gondola da parata, comoda e confortevole, è il mezzo più usato dal Veneziano per passare da un sestiere all’altro con grande agilità.
In origine i traghetti erano molti di più, ora i servizi traghetto sono a : Rialto Mercato e S.Tomà e funzionano tutti i giorni fino le 7.00 della sera, quello di Riva del Vin  e quello di S.M. del Giglio invece solo la mattina fino le 13.00. Ci sarebbe anche il traghetto dalla Salute a S.Marco, il tragitto più lungo di tutti, ma spesso è sospeso per il troppo traffico in quel punto del Canal Grande.
Lo sapevate che la gondola in origine era coloratissima e decorata? Poi un editto della Serenissima del 1562, decise che tutte 10.000 imbarcazioni dovessero essere di color nero.
L’imbarcazione che conosciamo nei quadri del Canaletto e del Guardi era assai più rudimentale dell attuale, la quale raggiunse la sofisticata simmetria sbilanciata nel 1890 grazie a Domenico Tramontin.
Come salire, traghettare e scendere : intanto sempre per stare alle regole si attende all’imbarcadero tenendo la destra, non si valicano i gradini, perché pericoloso, si attende che scendano le persone e si sale e scende posando il piede sull’apposito asse superiore! Mai scavalcare la gondola è pericoloso! A bordo un vero veneziano si fa cullare in piedi tenendo le gambe un po’ divaricate per l’equilibrio. Se vi sedete sui fianchi, quasi all’attracco sentirete il gondoliere dire “ ocio a ea schiena!” ( attenzione alla schiena!) anche tradotto spesso in inglese con forte accento locale “ watch yo bac!” avvertendovi che all’attracco dovete inclinare leggermente la schiena all’interno dell’imbarcazione, per non farvi colpire da una palina da ormeggio!
Attendere che la gondola sia ferma ed alzarsi con delicatezza. Questo permetterà di non far sbilanciare la gondola.

Roberta Michieletto