Isola di S.Giorgio

Isola di S.Giorgio

partenza : S.Zaccaria ( Pietà) vaporino linea n 2

durata tour h 1

Scendiamo dall’ imbarcadero dell’ Actv (la linea 2) e siamo subito pervasi da un’ atmosfera di  religiosa bellezza ; ci troviamo su di un palcoscenico naturale dai contorni  assolutamente fuori da ogni tempo. La vista di Venezia e della sua Piazza, grazie ad  una prospettiva di un’ incredibile suggestione,  resterà per sempre impressa tra le nostre emozioni più intense.

San Giorgio Maggiore (così chiamata per differenziarla da San Giorgio in Alga) ha una storia molto intensa : era chiamata anticamente l’ isola dei cipressi per la presenza abbondante di questi alberi. Inoltre, ospitava vigneti, frutteti, un mulino, una salina ed una piccola chiesa sorta verso il 790.

In seguito, grazie a Giovanni Morosini, si insediarono i monaci benedettini diventando, nel corso degli anni uno dei siti più importanti dell’ ordine in Italia.

Numerose le immagini da portare con noi  al ritorno a casa : la chiesa eretta dal Palladio, con al suo interno alcuni oli su tela del Tintoretto, il Dormitorio o Manica Lunga - la zona più antica del convento - il suggestivo chiostro degli Allori e quello dei Cipressi, il Refettorio – o Aula Palladiana – ed il più recente Teatro Verde che, grazie alla Fondazione Cini, è stato costruito all’ interno del parco omonimo.

Assolutamente obbligatorio è salire sul campanile, per altezza il secondo dei campanili veneziani dopo quello di San Marco, per regalarci un’ altra delle visioni celestiali della città : possiamo vedere la Giudecca, San Marco, i sestieri, il Lido e tutto lo specchio lagunare.

Per chi ha un animo sensibile, l’ emozione è così intensa da desiderare l’ eternità dell’ istante…

Prima di lasciare questo piccolo Paradiso, ci delizieremo il palato assaggiando  alcuni piatti tipici della cucina veneziana e bevendo un’ “ombra” di vino, seduti in mezzo alla laguna nell’ unico ristorante dell’ Isola ; la scenografia più bella del mondo ha un solo nome : VENEZIA !

Franco Fenzo